COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma 17 Dic 2018
Il giorno della bandiera del Kurdistan


Ogni anno, il 17 dicembre, il popolo kurdo, in Iraq, Siria, Turchia, Iraq, celebra il giorno della bandiera del Kurdistan. Inizialmente disegnata dai curdi esiliati del movimento per la liberazione del Kurdistan, nei primi Anni ’20, la bandiera kurda vede un’emblema al centro dello stendardo, il sole d'oro ardente, che è un antico simbolo religioso dei kurdi e rappresenta nello Zoroastrismo la saggezza.

Il disco solare ha 21 raggi, uguali per forma e dimensione. Il numero 21 ha una grande importanza in quanto sta ad indicare il primo giorno del nuovo anno, il cd Nawroz. Anche i colori della bandiera hanno un significato simbolico: il rosso simboleggia il sangue dei martiri kurdi e la continua lotta per la libertà e l'indipendenza del Kurdistan; il verde simboleggia la bellezza dei paesaggi del Kurdistan; il bianco simboleggia la pace e l'uguaglianza; il giallo rappresenta la vita e la luce.

Il giorno della celebrazione della bandiera viene istituzionalizzato nel 2009 quando il Parlamento della regione del Kurdistan iracheno ha approvato una legge per commemorare la Repubblica del Kurdistan, meglio conosciuta come la Repubblica del Mahabad. Nel 1946, poco prima che venisse attaccato da parte d’allora governo iraniano, il presidente e il fondatore della Repubblica kurda di Mahabad, Qazi Muhammad, affidò la bandiera al leggendario leader kurdo, allora capo dell’esercito della Repubblica, il generale Mustafa Barzani.

Da quel momento i curdi hanno festeggiato questa giornata indossando spille con bandiere kurde e abiti tradizionali decorati con i vivaci colori del rosso, del giallo e del verde. In un messaggio pubblicato sulla sua pagina Facebook, l’ex presidente della regione del Kurdistan, Masoud Barzani, ha affermato che la bandiera del Kurdistan “è il simbolo dell’unità del nostro popolo”.